La carovana dei beni comuni

Descrizione: Il CSV Basilicata, in collaborazione con il Co.Ge, (Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato di Basilicata) e con LabSus (Laboratorio per la Sussidiarietà), ha organizzato nei giorni 13 e 14 giugno 2016 “La carovana dei beni comuni”, un evento sul possibile intreccio tra bene comune, volontariato e sussidiarietà. Scopo dell’iniziativa era far conoscere e promuovere, presso le Amministrazioni Comunali di Basilicata, le Organizzazioni di Volontariato e gli altri enti del Terzo Settore lucano, l’adozione di Regolamenti e strumenti per l’amministrazione condivisa dei beni comuni, nella convinzione che le pratiche della solidarietà trovano compiutezza e senso principalmente in un orizzonte di cittadinanza responsabile. Attraversando la Sinnica, una delle grandi arterie viarie della nostra regione, le due giornate si sono articolate sulle due “sponde” della Basilicata: quella ionica e quella tirrenica, ognuna con le sue peculiarità in tema di beni comuni e di benessere. Nella seconda giornata, il 14 giugno, la “Carovana” ha visitato siti e beni comuni significativi per le popolazioni del versante tirrenico, tra questi le Grotte di Calda, a Latronico, e il Museo Civico Archeologico dove sono conservati anche alcuni reperti emersi dagli scavi nelle grotte, e ha concluso poi il suo viaggio con un convegno a Maratea. Durante la visita a Latronico, la carovana è stata guidata dagli operatori del CEAS Il Cielo di Indra e dall’archeologa Carla Maturo.

Anno: 2016

Luogo: Latronico

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn