Premio Artepollino

Premio Artepollino

Il Premio ArtePollino consiste in un concorso rivolto agli allievi delle Accademie di Belle Arti italiane che prevede una summer school nel territorio del Parco Nazionale del Pollino e, nel periodo successivo, l’elaborazione di un progetto artistico ispirato all’arte e al paesaggio del Parco. Per tre edizioni consecutive, il Premio si è posto come evento annuale e momento di formazione e scambio culturale fra l’associazione, le comunità locali, il mondo artistico e le Accademie di Belle Arti. Le tre edizioni del Premio hanno fatto registrare riscontri molto positivi grazie soprattutto al suo carattere innovativo nel panorama italiano delle proposte didattiche e formative legate all’arte e alla natura. Già dopo la prima edizione, l’associazione ArtePollino ha ricevuto numerosi inviti da parte delle Accademie per incontrare, nelle varie sedi, gli studenti e parlare del Premio invitandoli a partecipare all’edizione successiva.

L’idea di rivolgersi al mondo delle Accademie, dove vengono formati molti artisti è inedita e originale, in quanto punta allo scambio di idee e alla condivisione fra allievi e docenti di diverse provenienze ed esperienze; partendo dall’osservazione, dall’esplorazione, dallo studio e l’approfondimento del territorio del Parco e delle opere d’arte in esso realizzate, pone gli allievi di fronte a tutti quegli aspetti che contraddistinguono un processo culturale e creativo, educandoli a rapportarsi in modo consapevole con i limiti, i vincoli e le difficoltà che spesso si presentano; mitiga, in un certo senso, il carattere “individualista” dell’arte, perché presuppone un confronto e un dialogo con gli altri e con il territorio; si distingue dalle altre esperienze di residenze artistiche, perché invita allievi e docenti a interagire fra essi e con la natura e il contesto che li ospita.

Il Premio prevede una fase residenziale, la stesura di una proposta progettuale da parte di ogni allievo partecipante, la valutazione dei lavori da parte di una giuria di qualità, la premiazione del primo classificato, l’esposizione dei lavori e la pubblicazione di un catalogo con tutte le proposte, la realizzazione del progetto premiato, la diffusione.

All’edizione 2014 hanno partecipato le Accademie di Belle Arti di Catanzaro, L’Aquila, Lecce, Napoli, Ravenna e Reggio Calabria. All’edizione 2015 le Accademie di Bari, Catanzaro, L’Aquila, Napoli, Ravenna, Reggio Calabria, Roma. All’edizione 2016, invece, le Accademie di Belle Arti di Bari, Firenze, L’Aquila, Milano, Napoli, Perugia.


Premio ArtePollino

Premio ArtePollino


Il Premio ArtePollino consiste in un concorso rivolto agli allievi delle Accademie di Belle Arti italiane che prevede una summer school nel territorio del Parco Nazionale del Pollino e, nel periodo successivo, l’elaborazione di un progetto artistico ispirato all’arte e al paesaggio del Parco. Per tre edizioni consecutive, il Premio si è posto come evento annuale e momento di formazione e scambio culturale fra l’associazione, le comunità locali, il mondo artistico e le Accademie di Belle Arti. Le tre edizioni del Premio hanno fatto registrare riscontri molto positivi grazie soprattutto al suo carattere innovativo nel panorama italiano delle proposte didattiche e formative legate all’arte e alla natura. Già dopo la prima edizione, l’associazione ArtePollino ha ricevuto numerosi inviti da parte delle Accademie per incontrare, nelle varie sedi, gli studenti e parlare del Premio invitandoli a partecipare all’edizione successiva.

L’idea di rivolgersi al mondo delle Accademie, dove vengono formati molti artisti è inedita e originale, in quanto punta allo scambio di idee e alla condivisione fra allievi e docenti di diverse provenienze ed esperienze; partendo dall’osservazione, dall’esplorazione, dallo studio e l’approfondimento del territorio del Parco e delle opere d’arte in esso realizzate, pone gli allievi di fronte a tutti quegli aspetti che contraddistinguono un processo culturale e creativo, educandoli a rapportarsi in modo consapevole con i limiti, i vincoli e le difficoltà che spesso si presentano; mitiga, in un certo senso, il carattere “individualista” dell’arte, perché presuppone un confronto e un dialogo con gli altri e con il territorio; si distingue dalle altre esperienze di residenze artistiche, perché invita allievi e docenti a interagire fra essi e con la natura e il contesto che li ospita.

Il Premio prevede una fase residenziale, la stesura di una proposta progettuale da parte di ogni allievo partecipante, la valutazione dei lavori da parte di una giuria di qualità, la premiazione del primo classificato, l’esposizione dei lavori e la pubblicazione di un catalogo con tutte le proposte, la realizzazione del progetto premiato, la diffusione.

All’edizione 2014 hanno partecipato le Accademie di Belle Arti di Catanzaro, L’Aquila, Lecce, Napoli, Ravenna e Reggio Calabria. All’edizione 2015 le Accademie di Bari, Catanzaro, L’Aquila, Napoli, Ravenna, Reggio Calabria, Roma. All’edizione 2016, invece, le Accademie di Belle Arti di Bari, Firenze, L’Aquila, Milano, Napoli, Perugia.


Edizione 2014

All’edizione 2014 hanno partecipato le Accademie di Belle Arti di Catanzaro, L’Aquila, Lecce, Napoli, Ravenna e Reggio Calabria.

Edizione 2015

All’edizione 2015 le Accademie di Bari, Catanzaro, L’Aquila, Napoli, Ravenna, Reggio Calabria, Roma.

Edizione 2016

All’edizione 2016, invece, le Accademie di Belle Arti di Bari, Firenze, L’Aquila, Milano, Napoli, Perugia.